Poche emozioni, ma un punto in più

15.12.2013

Poche emozioni ,ma un punto in piu'

Prosegue la striscia positiva del Cagliari, che esce imbattuto dal "Tardini" di Parma. 0-0 in una brutta partita, più combattuta che giocata, piena di errori da una parte e dall'altra, ma che soddisfa un Cagliari volitivo e propositivo. Se c'è una squadra che può avere qualche recriminazione è proprio quella rossoblù, andata vicinissima a portare a casa il punteggio pieno in una delle rare occasioni dell'incontro. Correva il 63', quando uno scambio Sau-Cossu portava al tiro il bomber di Tonara: Marco mirava sul palo lontano, Mirante si allungava e sporcava la traiettoria del tiro senza riuscire a fermarlo: il pallone toccava il palo, e prima del tap-in di Nenè arrivava Gobbi che riusciva a spazzare. Il Cagliari si avvicinava dalle parti di Mirante anche con un tiro di Nenè, terminato di poco fuori, e un colpo di testa dello stesso Nenè, alto sopra la traversa. I rossoblù, ottimamente disposti sul campo, contenevano la batteria di trequartisti del Parma. Solo Biabiany riusciva ad accendersi a tratti, mettendo in difficoltà Avelar sulla sinistra; Cassano e Sansone non si vedevano mai, stretti nella morsa dei difensori, validamente aiutati dai ripiegamenti di Dessena, Ekdal, Eriksson e Nainggolan. L'ingresso in campo di Cossu conferiva maggior brillantezza e vivacità alla manovra rossoblù, che si distendeva bene in attacco, anche grazie al grande movimento degli attaccanti Nenè e Sau. Avramov se la cavava alla grande su tiri di Valdes e Biabiany, poi un'altra conclusione di Acquah sfiorava il palo. Un ottimo punto per il Cagliari, presentatosi al "Tardini" senza tre giocatori importanti come Conti, Pinilla e Ibarbo e che procede a quota 19 a braccetto con i parmensi, a +6 sul terz'ultimo posto. Adesso sotto con il Napoli nell'anticipo di sabato sera: non ci sarà Rossettini, squalificato.

© 2013 Cagliari Calcio

Clicca qui se non vuoi più ricevere la newsletter

0 commenti:

Posta un commento